UNA GIORNATA ALLA CASERMA DEI VIGILI DEL FUOCO

pompieri 2“Sono Responsabile del Progetto Sicurezza nella Scuola dell’Infanzia di San Bovio da tre anni, ma da quest’anno ho svolto con i bambini un ulteriore percorso di approfondimento. Dapprima solo  nella Sezione Verde e successivamente nell’attività d’ Intersezione con i Remigini della Sezione Gialla. Insieme abbiamo affrontato il tema dei pericoli e delle buone pratiche di prevenzione sia a scuola sia a casa. A sostegno di questo percorso è stato utile incontrare i volontari della Protezione Civile che ci hanno seguito nelle prove di evacuazione. Parlando delle figure che si occupano di sicurezza, i bambini sono rimasti colpiti dalla figura del Vigile del Fuoco ed hanno espresso il desiderio di incontrarne uno da vicino. E’ nata così l’idea di andare a visitare una Caserma dei Vigili del Fuoco. Poiché si trattava di un’esperienza nuova, speciale ed accattivante, di comune accordo con le colleghe, abbiamo esteso la proposta anche alle altre classi coinvolgendo i bambini di 4 e 5 anni di tutta la scuola.

E così a Novembre i bambini medi e grandi delle Sezioni Blu, Rossa, Lilla, Gialla, Arancione e Verde  sono andati a visitare la Caserma dei Vigili del Fuoco di Via Messina a Milpompiereano. I Vigili ci hanno accolto con grande entusiasmo e ci hanno mostrato dal vivo come operano. Ci hanno dunque permesso di vedere e toccare con mano le loro divise, i loro attrezzi, i loro mezzi di soccorso (il mitico “Camion dei Pompieri”) e ci hanno perfino acceso la sirena che dà l’allarme! I bambini sono stati catturati dalle loro spiegazioni e dalle loro dimostrazioni e hanno avuto la possibilità di porre tante domande. E’ stata un’uscita all’insegna del divertimento e dell’avventura!

L’esperienza è stata piacevole anche per i Vigili del Fuoco che qualche giorno dopo hanno scritto al nostro Istituto per ringraziarci della visita e dell’attenzione che abbiamo dato al tema della sicurezza e della prevenzione.”     

             Maria T e i bambini della Scuola dell’Infanzia di San Bovio

MERENDA LETTERARIA

Visita alla Biblioteca con merenda letteraria…

emanuela-2…quale invito può essere più appetibile? Detto, fatto, abbiamo colto la proposta della bibliotecaria di Peschiera Borromeo, signora Emanuela Scola, e a gruppi ci siamo tuffati nel magico mondo dei libri. Ad accoglierci in biblioteca, sempre sorridente, c’era lei, la “nostra bibliotecaria” che avevamo già avuto modo di conoscere e apprezzare per la sua passione letteraria, durante i laboratori di lettura animata in classe.

sala-biblioNella biblioteca abbiamo potuto scoprire e visitare le varie sale: la sala studio, la sala computer, la videoteca, la sala di lettura per chi vuole rilassarsi sfogliando quotidiani e riviste, la sala dei cataloghi artistici e letterari, la sala di lettura…  Quanti libri di vario genere! Uno più affascinante dell’altro… bisogna solo ascoltare il titolo per fantasticare sul racconto.

Il momento più giocoso della visita, per noi, è stata la pausa per la merenda che, però, abbiamo dovuto “guadagnare” con tanta fatica. Solo chi riusciva a dire la parola giusta poteva far merenda. Noi, però siamo stati tutti bravi (forse qualche aiutino è arrivato) e così, mentre mangiavamo, Emanuela ci leggeva, con il suo stile coinvolgente e divertente, una magica favola.

emanuela-1

Tutti siamo rimasti soddisfatti e affascinati da questa uscita e abbiamo portato via con noi la voglia di ritornare, anche perché la biblioteca è un ambiente accogliente e prendere in prestito i libri è facilissimo e gratuito, come ci ha ben spiegato la “nostra bibliotecaria Emanuela”.

Alunni e insegnanti delle classi terze Primaria Bettola

Buon Natale!

natale3

Ma che festa è….

….se non c’è la musica?

3-1Tranquilli, la musica ci sarà e…che musica! Le classi stanno preparando dei brani che saranno suonati e cantati. Ogni settimana si va in auditorium e ci si esercita per offrire al pubblico del 17 dicembre un saggio di qualità.

E non contenti…

3-2… di cantare e suonare i brani tradizionali del Natale, i nostri ragazzi si sono cimentati con testi in altre lingue, come lo spagnolo, l’inglese, il francese…                         Come faremo a farci capire da tutti?        Occorreva trovare una soluzione: traduciamo!     Facile a dirsi, un po’ meno a farsi…

Ma ce l’abbiamo fatta!  

3-3

Anzi, è stato un lavoro che ci ha permesso di imparare tante altre cose, che vi spiegheranno i ragazzi stessi il giorno della festa.

Quindi, dovete venire a vederci!

 3-43-5

Marina Passerini

LA GARA CAMPESTRE: parte seconda

gara2.jpgMi presento: sono Roberta Liverani, frequento la 2a D della scuola media Virgilio e anche quest’anno sono riuscita a vincere!

Ho mantenuto il primato dell’anno scorso alla corsa campestre della scuola, avvenuta il 16 novembre.

Rispetto all’anno passato, questa volta è stata un po’ più dura, soprattutto dal punto di vista psicologico. Volevo a tutti i costi vincere e i due giorni precedenti la gara non pensavo ad altro!

Finalmente arriva il momento tanto atteso: alle ore 11 tutte le ragazze di seconda media sono pronte per la partenza.

Purtroppo, a causa di un ritardo della classe, mi posiziono tra le ultime…”poco male” mi dico, ”posso farcela ugualmente”!

Alla partenza cerco di seguire il gruppo e piano piano di seminarlo: le mie gambe vanno da sole e non sento la stanchezza, ho solo il desiderio di tagliare il traguardo per prima. “Devo assolutamente riuscirci”, me lo ero detta tante volte. Cerco di stare concentrata, senza ascoltare compagni e altri, che mi incitano. Ho paura di distrarmi, guardo solo avanti a me!

Termino il primo giro, termino il secondo e mi accorgo che sono avanti parecchio rispetto alle altre, in particolare a Gaia, mia compagna di classe e mia amica, che mi rimane sempre dietro.

A quel punto sono un po’ più calma e con l’ultimo sforzo…Vinco! Con mia gioia, dietro di me arriva Gaia, che si aggiudica il secondo posto!

Sono davvero contenta sia per me che per lei.

Anche quest’anno rappresenterò come numero uno della mia età la mia scuola ai regionali, dove sarà sicuramente difficile, ma ce la metterò tutta anche in quell’occasione.

L’importante è esserci!

 

Roberta Liverani

Buon Natale!

natale-7

Ma perché?

natale-8Ma perché tutto questo darsi da fare? Ne abbiamo già tante di faccende da sbrigare: noi adulti abbiamo il lavoro, la famiglia,….. e i ragazzi, si sa, devono studiare e fare i compiti, partecipare agli allenamenti sportivi,…. Siamo sempre tutti di corsa!

A darci una mano…

….a capire il perché, è venuto il Sig. Paolo, che lunedì 14 novembre ha incontrato tutti i ragazzi delle prime.

Chi è il Sig. Paolo? E’ una persona fantastica che dedica molto tempo della sua vita alla missione di Isiolo.

natale-9

Missione di Isiolo in Kenia

La missione si occupa principalmente di sostenere i ragazzi del posto offrendo loro non solo un pasto sicuro ogni giorno, ma soprattutto un luogo dove poter studiare e imparare un mestiere.                             Negli anni le strutture della missione, anche grazie al contributo della nostra scuola, sono cresciute e si prendono cura di un numero sempre maggiore di ragazzi e di famiglie.

Ma siamo nel 2016!

natale-10“Prof,  ma davvero  c’è  ancora chi vive così?”   “Mi   ha   fatto impressione    vedere  che  bevevano   l’acqua   dove    c’era  il   fango…”    Sono commenti semplici, spontanei, ma estremamente sinceri.      I nostri sono ragazzi fortunati ed è importante che ne siano consapevoli.

natale-11 L’incontro di lunedì ha avuto proprio questo esito: rendere consapevoli i ragazzi sul valore del gesto che stanno facendo. Quell’oggetto, esteriormente piccolo e, forse, in qualche caso nemmeno tecnicamente perfetto (!), sarà molto di più: diventerà una mano tesa verso altri ragazzini che non hanno le stesse possibilità di partenza.

natale-11    …ma non finisce qui!….

Marina Passerini

 

 

PICCOLI CORRIDORI, GRANDI VINCITORI, LA FATICA NON CI SPAVENTA !

Il 16-11-2016 i ragazzi delle medie di Bettola e San Bovio hanno partecipato alla gara campestre, svolta nel giardino della scuola di Bettola. Alcuni di noi non hanno gareggiato, purtroppo, per questo, si sono persi l’emozione e la soddisfazione di arrivare al traguardo della gara. Finire un lavoro o, in questo caso, un grande sforzo è bellissimo anche se non sei arrivato sul podio. Nelle gare ci siamo ben classificati, perchè molti di noi sono arrivati tra i primi sei. Prima della gara c’era molta tensione fra di noi ma, nonostante tutto, siamo riusciti a superarla e concludere la gara. Alcuni di noi non si sono sentiti bene ma, persone generose con un grande cuore, le hanno aiutate nonostante siano arrivate ultime. Per noi correre è stata una soddisfazione e un’emozione fortissima perchè finalmente siamo riusciti a raggiungere il nostro obiettivo, cioè divertirci e arrivare a destinazione del nostro percorso. Speriamo di non avervi annoiati e grazie per aver letto il nostro articolo .

Silvia Roman , Eleonora Gennaro e Alice Bonfanti – 1ª G San Bovio

img_1653-bis

 

La classifica

logo corsa.jpg

Scuola Secondaria di 1º grado “DE ANDRE’ ”   

CORSA CAMPESTRE – 16 Novembre 2016

tabella prima.jpg

tabella seconda.jpg

tabella terza.jpg

In bacheca di ogni plesso la classifica completa

Nella sezione Gruppo Sportivo Virgilio troverete tutte le foto della giornata.

Le docenti di Ed Fisica

 

 

Buon Natale!

natale-1Troppo presto?

Sento già le obiezioni: “Ma come? Siamo solo a ottobre!” “Oggi è Halloween! C’è tempo per Natale! Siamo ancora alle prese con streghette, fantasmini e zucche!”

natale-1bisSarebbe tutto vero …se fossimo zucche vuote, invece i ragazzi della nostra scuola hanno sale in zucca e sanno che per realizzare qualcosa di bello ci vuole tempo. Quindi hanno già cominciato a preparare il necessario per organizzare la giornata del 17 dicembre, quando la nostra scuola offrirà alle famiglie una mattinata natalizia.

Cosa stiamo facendo?

natale-2Questo non posso ancora dirlo …altrimenti vi rovinerei la sorpresa! Posso però garantirvi che in alcuni pomeriggi la scuola sembra il laboratorio di Babbo Natale: l’open space del primo piano si riempie di ragazzi chini sui tavoli, intenti a muovere le mani (e non solo!).

C’è un po’ di tutto: chi dipinge, chi ritaglia, chi tesse, …

natale-3L’aspetto forse più interessante è che qui si realizza veramente la parità di genere: chiunque fa qualsiasi cosa, non importa se qualcuno pensa che lavorare con un gomitolo di lana è un “lavoro da donne”! Noi abbiamo dimostrato che non solo non è vero, ma ci sono maschietti bravissimi e femminucce pasticcione!

natale-4Quest’anno, per essere sicuri che tutto funzionasse a meraviglia, ci siamo anche avvalsi della collaborazione dei “grandi”: un gruppo di alunne delle terze si sono affiancate ai primini.

E quindi?

natale-5Quindi, in attesa del grande giorno, abbiamo già imparato qualcosa: quando si lavora insieme, la fatica si sente meno e il risultato è più bello.

Chissà…. magari, lungo la strada, impareremo qualcosa d’altro…

natale-6

Continuate a seguirci!

Marina Passerini

“Un viaggio difficile” la rilettura dell’Inferno di Dante

I ragazzi della classe 2^ D della Scuola Secondaria “Virgilio, con la supervisione della Professoressa Marina Passerini, hanno realizzato la rilettura dell’Inferno di Dante, realizzando un educativo e divertente libro a fumetti online intitolato “Un Viaggio difficile”

Cliccando sulla copertina potete collegarvi e leggere il libro online.

 

un viaggio difficile_copertina

 

“Esotica” Peschiera

Si accende la LIM… ecco, appare un micro-cosmo magico: acque libere, limpide e pulite, minuscoli gamberetti delicati come il pizzo antico.

Un mulino del 1871, che sembra quello del “Gatto con gli stivali”, e tanti papaveri sono la cornice ideale per voli di eleganti uccelli.

IMG_0016Un castello antico, abitato da un Conte cortese, sembra voler custodire ma, anche far conoscere e testimoniare come la biodiversità non sia un’utopia. Si può avere … ! Si può fare…! Basta crederci!

Direte, cari lettori, che sicuramente stiamo mostrando ai bambini qualche oasi tropicale in Amazzonia!

No! Abbiamo visitato questo mondo terracqueo, con ottime guide, a pochi minuti dalla Scuola di San Bovio. Si tratta ,quindi, della “Zona Umida Antico Mulino” Parco Agricolo Sud.

Nell’arco di una mattinata i bambini hanno esplorato il territorio intorno al Castello dei Borromeo, hanno compreso il valore della permacultura (un tipo di coltivazione rispettosa dei cicli naturali, che ne imita i processi contribuendo allo sviluppo della biodiversità) e messo le mani “ in paglia”.

Invitati a “fare i contadini” hanno protetto le piantine ricoprendo integralmente il suolo con una pacciamatura di paglia.

Che bello vederli correre felici e spensierati in mezzo ai campi… e proporsi come lavoratori durante il periodo estivo!

Potete immaginare che portarli via da lì non è stato per niente facile!

Una grande lezione, per capire il senso del rispetto e della meraviglia, un concentrato di educazioni : alla convivenza civile e democratica, ambientale, alimentare.

Un magnifico esempio di sinergia tra le risorse del territorio e la Scuola che contribuisce ad arricchire l’offerta formativa e, nello stesso tempo, tende a valorizzare le tradizioni e l’attaccamento al territorio dei “nostri” futuri cittadini.

Le insegnanti delle classi quarte di San Bovio

 

PROGETTO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE …Imitando la natura!

Al progetto di educazione ambientale proposto dall’associazione Ambiente Acqua Onlus e dalla società Antico Mulino SRL hanno aderito le scuole dell’infanzia, scuole primarie e secondarie di primo grado di Peschiera Borromeo.

Il progetto riguardava la biodiversità e sostenibilità, la zona umida “ Antico Mulino” del castello Borromeo ,rivalutazione del parco agricolo sud Milano, oasi e riserve.

Il progetto così strutturato:

  • Incontro con l’esperto ambientale a scuola
  • uscite didattiche sul territorio
  • concorso finale con i disegni e premiazione.

Durante la visita alla zona umida i bambini hanno avuto modo di osservare un laboratorio a cielo aperto dedicato allo studio e alla divulgazione della biodiversità.

Inoltre hanno osservato la coltivazione di ortaggi secondo la tecnica della permacoltura ……. Imitando la natura !

Al progetto di educazione ambientale proposto dall’associazione Ambiente Acqua Onlus e dalla società Antico Mulino SRL hanno aderito le scuole dell’infanzia, scuole primarie e secondarie di primo grado di Peschiera Borromeo.

Il progetto riguardava la biodiversità e sostenibilità, la zona umida “ Antico Mulino” del castello Borromeo ,rivalutazione del parco agricolo sud Milano, oasi e riserve.

Il progetto così strutturato:

  • Incontro con l’esperto ambientale a scuolaSAM_4136
  • uscite didattiche sul territorio
  • concorso finale con i disegni e premiazione.

Durante la visita alla zona umida i bambini hanno avuto modo di osservare un laboratorio a cielo aperto dedicato allo studio e alla divulgazione della biodiversità.

Inoltre hanno osservato la coltivazione di ortaggi secondo la tecnica della permacoltura ……. Imitando la natura !

Giovanna Sicignano – Insegnante Scuola Primaria Bettola